Articoli - Autore: VARI

  • 12/06/2010 | VARI | Spigolature | #today, cimiteri
    E' BRESCIANA LA PIETRA DELLE SILENT CITIES
    Oggi la realizzazione dei manufatti per tutti i cimiteri militari del Commonwealth nel mondo, è affidata ad una ditta di Rezzato (BS), una realtà produttiva che più di trent'anni fa ha assunto il ruolo di referente della Commonwealth War Graves Commission, nel solco di una tradizione inaugurata nell'immediato dopoguerra e grazie alla competenza degli scalpellini rezzatesi formatisi alla Scuola delle Arti e dei Mestieri R. Vantini.
    richieste: 1185
  • VITTORIO REBESCHINI RACCONTA
    Sono Vittorio Rebeschini, medico pediatra ,nato Monselice, classe 1922. Lasciato in congedo illimitato provvisorio nel 1941, venni chiamato alle armi nel 1943 e, dopo essermi presentato al Deposito del 57° Reggimento Fanteria, l’8 febbraio venni assegnato a Marostica per frequentare il V corso preparatorio di addestramento nel Corpo dei Bersaglieri; l’assegnazione venne decisa su mia richiesta.
    richieste: 1840[PDF]
  • LA LETTERA DI GIUSEPPE RICCARDI ALLA MADRE
    Carissima Mamma,
    quando queste mie ultime righe ti giungeranno, io sarò andato a raggiungere Papà.
    Questa sera sono stanco. Quattro vecchi amici bersaglieri, ma di quelli di una volta, ci hanno lasciato congedati; domani sera entriamo in azione, non sarà per me la prima, comunque c’è un pò di nervosismo in me.
    richieste: 1733[PDF]
  • IL MIO PIUMETTO DI FEDERICO MAZZOCCHI
    Per l’armamento niente da fare, anche se il moschetto è del 1881; per la divisa si rimedia con quelle coloniali di tela cachi, anche se fa freddo. Piumetti ? Neanche parlarne !
    Ma qualche vecchio bersagliere del posto l’ha gelosamente conservato e ce lo offre. A me lo consegna un vecchietto della Grande Guerra e con le lacrime agli occhi mi dice … portalo con onore !
    richieste: 1664[PDF]
  • ERANO IN TRECENTO DA "QUI BOLOGNA"
    Pressoché ignorato dalla storia, questo piccolo reparto composto unicamente di volontari, darà vita a quello che in seguito sarà il Corpo Italiano di Liberazione e combatterà a fianco degli americani del generale Mark W. Clark a Montelungo, in quella battaglia che aprì alle divisioni corazzate del II Corpo d’Armata la porta d’ingresso alla piana di Cassino.
    richieste: 1581[PDF]
  • 27/09/2006 | VARI | Spigolature | animali, polonia
    THE IRANIAN SOLDIER-BEAR OF MONTE CASSINO
    After the Battle of Monte Cassino, one of the fiercest and bloodiest conflicts of the Second World War, many accounts emerged of the bravery and heroism of the soldiers. But perhaps the strangest story of all was of an Iranian brown bear who served alongside the allied soldiers in the worst heat of the battle.
    richieste: 4817 [English]
  • UNA TRAGICA HOLLYWOOD 1944, CASTELNUOVO AL VOLTURNO
    Dal giugno del 1944 sono trascorsi quasi 60 anni, ma i ricordi di Giovanni Tomassone, classe 1929, una vita da falegname a Castelnuovo al Volturno, sono nitidi come se i fatti che stiamo per raccontare fossero accaduti ieri: "... ma ancora oggi non capisco perché il mio paese che fortunatamente aveva riportato solo pochi danni nella guerra vera del 1944, è invece finito in macerie per una guerra finta".
    richieste: 2413
  • RITORNO A MAROSTICA
    L’ordine di trasferimento a Marostica mi colse di sorpresa e d’un balzo mi si riempì l’animo di tanti ricordi e figure care, e mi riapparve subito la
    piazza d’armi gremita di instancabili ragazzi-acrobati e le sudatissime Val Cornosega e Cima Grappa che più volte alla settimana aggiungevamo, incredibilmente carichi di armi, a cavallo di biciclettine inamidate tant’erano rigide.
    richieste: 2601
  • CHARLES W. VAN SCOYOC - 4 MARZO 1944
    Chi si avvicina oggi alla sua lapide nel Cimitero Militare di Nettuno dove egli riposa, apprende che apparteneva al 7° Reggimento Fanteria della 3ª Divisione e che perse la vita il lontano 4 marzo 1944; la data è determinante in quanto cade in una delle fasi cruciali della Campagna d'Italia che porterà alla liberazione delle nostre terre da parte degli Angloamericani.
    richieste: 5052 [English]
  • UN'AMERICANA A ROCCASECCA
    La dott.ssa Daria Frezza, membro dell’Associazione, traccia un ricordo della nonna che conobbe personalmente il generale Frido Von Senger und Etterlin, nel periodo in cui il comando del XIV PanzerCorp tedesco ebbe la sede in Roccasecca, ovvero dal Novembre 1943 sino al Gennaio 1944.
    richieste: 3878
  • RICORDI DI GUERRA
    Enrico Farinosi, classe 1922, interrompe gli studi universitari per partire volontario all’inizio del 1943. Arruolato nei Bersaglieri presso il LI Battaglione A.U.C. di stanza a Marostica, nella II Compagnia, II plotone, V squadra, segue le vicende della sua unità fino all’attacco del giorno 8 Dicembre 1943 a Montelungo, in cui viene seriamente ferito. La sua squadra quel giorno ha 4 morti e 5 feriti su 10 effettivi. La sua guerra finisce lì. Negli anni a seguire manterrà sempre fortissimo il legame con Montelungo, i suoi Amici Caduti e quelli sopravvissuti, partecipando con passione a tutti gli incontri e raduni, salute permettendo. E’ scomparso il 25 Aprile 2004. Pochi giorni dopo, in un ideale continuità di sangue e valori, le sue piccole nipoti hanno seppellito una ciocca dei suoi capelli in quella spianata fra la ferrovia e le pendici del monte che videro dissolversi la sua II Compagnia.
    richieste: 4500
  • UN SOLDATO: FLAVIO FOSSI
    Flavio Fossi, nato a Compiobbi (Fiesole) il 21/04/22, Studente Universitario ed Allievo Ufficiale di Complemento Granatieri; volontario negli esploratori del 67° Reggimento Fanteria, trova la morte l’8/12/43 a Montelungo. Medaglia D’Argento al Valor Militare sul campo alla memoria.
    richieste: 2493
  • 19/02/2001 | VARI | Spigolature | stampa
    INGLESI E AMERICANI
    Stralci di dichiarazioni e/o interviste rilasciate da alcuni dei protagonisti, dalle quali si capisce in modo chiaro la diffidenza e la poca collaborazione che vi era tra i due maggiori alleati.
    richieste: 2460
  • 19/02/2001 | VARI | Spigolature | stampa
    INFORMAZIONE NEL 1944
    Stralci di articoli apparsi su alcuni quotidiani nel periodo in questione: febbraio, la Linea Gustav regge, gli alleati preparano la seconda battaglia di Cassino e pensano di bombardare il Monastero; maggio, terza battaglia di Cassino, sfondamento della Linea Gustav.
    richieste: 2879
  • LA BATTAGLIA DEL VOLTURNO
    Che il Volturno fosse un passaggio decisivo nella Campagna d'Italia era ben chiaro agli estensori dell'operazione Avalanche. Infatti, caduta l'ipotesi dello sbarco nella piana del Volturno, il Comando alleato decise di lanciare, contemporaneamente allo sbarco di Salerno, l'82ª Divisione aviotrasportata statunitense lungo il Volturno per impedire l'invio di rinforzi tedeschi verso la zona dello sbarco.
    richieste: 4833

LISTE


CATEGORIE


ANNI


AUTORI


TAG

L'attribuzione dei tag ai singoli articoli è in corso, l'elencazione può quindi essere parziale (aprile 2017).