Fotografie e immagini - Visualizzazione

Immagine id 3003

Descrizione

Il carro del sottotenente Ludomir Bialecki, del III squadrone 4° reggimento corazzato “Skorpion”, distrutto nel corso dell’attacco del 12 maggio 1944.

Mieczyslaw Bialkiewicz, a cura di, Walczce “Skorpiony”, Historia Pulku 4-go Pancernego w Fotografii, Londra, 1985.

Crediti

Crediti non noti.

Tag


Cronologia

Inserita: 29/10/2011. Informazioni aggiornate: 06/01/2016.

Se disponete di ulteriori informazioni, contattateci.

Tornate alla pagina dell'ultima ricerca.

Limitazioni.

Qualsiasi limitazione, non nota al momento della pubblicazione sul sito, verrà immediatamente rispettata a seguito di una semplice segnalazione da parte del titolare dei diritti. Se ricorresse il caso, nella vostra segnalazione indicate l'identificativo (id) della fotografia o immagine in questione.

Every image were to be subject to any limitation will be removed immediately following a simple announcement from the copyright owner. In your announcement, indicate the identifier (id) of the photograph in question.

Condivisione e uso.

Le fotografie possono essere utilizzate nel rispetto di quanto previsto dalla licenza CC.

In generale, se utilizzate una fotografia dovete mantenerne l'integrità (senza ritagliarla, ricolorarla o apporre watermark), indicare il proprietario (dove noto) ed attenervi alle modalità d'utilizzo indicate dall'archivio o dalla collezione a cui appartiene (dove ricorre il caso).

Fermo quanto previsto dalla legge 22 aprile 1941 n.633 e s.m.i., è sempre vietato prelevare fotografie o immagini da DAL VOLTURNO A CASSINO per utilizzarle a fini commerciali senza avere ottenuto l'autorizzazione dal proprietario.

Ulteriori informazioni:
Diritto della Fotografia. Wikipedia, L'enciclopedia libera. Ultima modifica: 20:44, 17 dic 2016.
(https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Diritto_della_fotografia&oldid=84819484).

Articoli associati

UN MONUMENTO DA RISPETTARE: IL CARRO POLACCO DI MONTECASSINO

Potrebbe essere uno dei tanti monumenti ai caduti che possiamo ammirare in ogni angolo del mondo, ma questo offre una testimonianza che rimane viva nel tempo, che non si cancella con il passare degli anni. Sì, perché in quel carro morirono cinque esseri umani e non importa se fossero Polacchi o di un’altra nazionalità. Quel monumento è rimasto uguale nel tempo, come se la tragedia che vi si consumò continui a ripetersi davanti agli occhi di un qualsiasi passante, anche se ignaro della sua storia.

29/10/2011 | richieste: 2139 | ALBERTO TURINETTI DI PRIERO
I luoghi | #today, masseria-albaneta, montecassino-area, monumenti, polonia, tank